La notte

La #37weekchallenge è partita da pochi giorni e già mi è capitato di vacillare. Non è forse vero che i momenti più duri di una sfida sono all’inizio e alla fine del percorso? Io aggiungerei che ad amplificare e indurire quei momenti spesso ci pensa la notte.

Di notte gli argini difensivi della razionalità, che di giorno edifichiamo e risaniamo cautamente, si fanno più fievoli e tremanti. È possibile allora dare seguito ad azioni e pensieri che ci eravamo ripromessi di non assecondare. Ed è ciò che è accaduto questa notte.

Da quando la mia ginecologa zensuperzenchepiùzennonsipuò mi ha prescritto totale riposo non ho mai voluto sapere cosa potrebbe accadere se qualcosa dovesse andare storto. So che può sembrare ingenuo, ma sono convinta che per tutelare la mia tranquillità devo essere a conoscenza di alcune verità e trascurarne altre. Non questa notte però.

Questa notte un moto di curiosità misto a preoccupazione mi ha colto alla sprovvista e con lucida avidità ho letto su internet tutto ciò che mi ero ripromessa di ignorare. Gli occhi scorrevano tra le righe dei post online e più quelli assimilavano parole e sintagmi, più la mia consapevolezza cresceva. Poi, improvvisamente, questo flusso ingordo di conoscenza si è interrotto. I miei occhi ne avevano avuto abbastanza, e ora fissavano il soffitto buio della stanza.

Ho vacillato? Forse sì. Ma ora sento che la mia ironia e le mie avventure tragicomiche riportate qui pigiando i tasti di questo portatile sono più forti. La consapevolezza abbassa i toni per un istante, porta il silenzio laddove volevamo circondarci di frastuono. Poi però si mescola al resto, ne fortifica le gambe e le braccia. Non abbiate paura, seguite il vostro istinto, proteggetevi quando ne sentite il bisogno e spingetevi oltre quando ne avvertite la necessità.

Le risate consapevoli, amici miei, sono quelle più scroscianti, sono quelle più contagiose. Ed è con una di queste che vi saluto oggi.

CIA_5216

P.S. Anche questa è una foto d’archivio, ritrae una me senza pancione ed è stata scattata dalla mia fotografa raccontastorie preferita nonché grande amica Lucia Fatima.

2 thoughts

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...